Previous Next

Passeggiata meditativa

Sono in luoghi dalla forte carica energetica, luoghi in cui la natura aiuta con il suo potere, approccio consapevole al camminare, ed è una riflessione sul contrasto tra l'uomo che cammina e il "progresso" che devasta la natura.

La natura selvaggia la vera patria dell'uomo e nel vagabondare per boschi la salvezza spirituale.

Un inno alla libertà dell'uomo che vede nel camminare un moto di elevazione spirituale, un itinerario interiore verso la purezza infinita e divina.è una forma di meditazione che porta risultati migliori all’aperto. Si consiglia di prendersi almeno 20 minuti di tempo per praticare e di non cercare, almeno all’inizio, di incastrare la Meditazione Camminata durante qualche commissione o l’attività fisica. Cercate di dedicare questa passeggiata solo alla pratica meditativa, in modo da poter godere a fondo dell’esperienza e di concentrare la vostra attenzione solo ed esclusivamente su questo.

Prima di iniziare a camminare, è importante rimanere fermi per un po’ di tempo in piedi per prendere consapevolezza del proprio corpo.

Prendete alcuni respiri profondi e portate l’attenzione sulla respirazione. Riprendente a respirare normalmente e cominciare a camminare, un passo per volta. Ora spostate la concentrazione sul vostro corpo, cercate di percepire come si sente in piedi e prendete coscienza di tutte le sensazioni che state provando.

Camminate a passo rilassato, lento ma normale. Non dimenticate di prestare attenzione alle sensazioni che vi dà il vostro corpo mentre state camminando. Certo, è normale distrarsi e guardare i movimenti e i suoni dell’ambiente che vi circonda, ma cercate di mantenere la concentrazione e di focalizzarvi su ciò che sta accadendo dentro di voi.

camminata3

Siate consapevoli di come si muovono: il tallone è piantato a terra, quindi il movimento si sposta verso la pianta del piede e le dita. Notate come come si muove in avanti e lasciate che le emozioni si riversino in voi mentre camminate.

Lasciate andare la tensione e rilassate ogni parte del corpo. Consentite agli arti di rilassarsi, permettete ai fianchi di oscillare liberamente. , la Meditazione Camminata è forse la forma meditativa più semplice. Non necessita di posizioni particolari ma richiede comunque una certa capacità di concentrazione.


Stampa   Email